Sophisticated Comedies

image

Il cinema, quello vero, mi nutre e disseta fin da quando, in età non sospetta, compresi che certi amori vanno consumati in solitudine, al buio, illuminati di riflesso da uno schermo vivo di immagini sognate.

Il mio modesto e personale omaggio all’età d’oro di Hollywood (quella di cui ora rimpiango di aver già visto tutti i film, e di non poter più soggiacere al brivido irripetibile della prima volta) si chiama Sophisticated Comedies, ed è una serie di brevi poesie della raccolta Ipotesi di caldo, pubblicata nel 2001 da Book Editore.  La forma, volutamente “chiusa”, è quella breve della canzonetta, la sostanza cantata è quella della commedia classica: Lubitsch, Hawks, Sturges, Capra, ma soprattutto l’immenso Billy Wilder.

Questa, in particolare, evoca Irma la dolce (1963), nelle figure dell’esimio barista/filosofo/economista/avventuriero/poeta Moustache, che qui vediamo esporre un trattato di economia politica che neanche Xu He, e naturalmente di lei, Irma/Shirley, cui sempre apparterrà ben più di una libbra del mio cuore:

 

Fissando qui lo sguardo
si ridesta dall’incanto
lo sciamano di spine
e miscele, di tombini
a nascondere riserve
del suo sapere assorto.
E tu, calzaverde scatenata, signora
della notte del ventre
di Parigi, Irma d’ambrosia,
figura danzante, tu sai
quanto è doppio il mio amore.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...